fbpx
Instagram Novità

Come funziona l’algoritmo di Instagram?

come funziona l'algoritmo di instagram

Come funziona l’algoritmo di Instagram?

I criteri alla base dell'architettura del feed

L’algoritmo di Instagram non è altro che quello sconosciuto che decide quali post possiamo vedere nel nostro feed ogni qualvolta, smartphone in mano, accediamo alla app. I dati ci dicono che, mediamente, ogni persona passa su Instagram circa mezzora della sua intera giornata, ma si sa, ai tempi del Covid-19 tutto cambia, anche il nostro tempo a disposizione per i passatempi digitali. Non ci sono ancora dati certi sull’utilizzo dei social network nell’ultimo mese, certo è che la situazione sta cambiando e continuerà a farlo. Già sono tantissime le aziende che, ben strutturate, hanno deciso di stravolgere le loro modalità di vendita e dedicarsi a pieno ritmo all’online, ma tante ancora dovranno perentoriamente prendere questa decisione. E quando tutti saremo online la lotta si farà dura. Una lotta a colpi di foto affascinanti e contenuti pertinenti, una lotta per apparire più “belli” degli altri agli occhi di Mr. Instagram Algorithm, così da aumentare copertura, visite al profilo, follower e conversioni.

La concorrenza sarà molta a breve, impossibile negarlo. Lavorando al meglio con il vostro social media manager di fiducia, però, entrare nel cuore del circa 90% di utenti Instagram che, secondo le statistiche, seguono nella maggior parte dei casi non solo amici e influencer, ma anche attività commerciali, non sarà così difficile come sembra in questo momento.

Come funziona l’algoritmo di Instagram

Da quando Instagram, nel 2016, dicharò la parola fine al feed in ordine cronologico, i feed di ogni user sono stati organizzati secondo le regole dell’algoritmo. Una scelta che ha portato una migliore esperienza per tutti gli appassionati della piattaforma, stando a quanto affermano i proprietari, anche se qualcuno negli anni ha potuto provare il contrario. Ma questa è un’altra storia!

Ma quali sono le regole sulle quali si basa l’algoritmo? Quali sono le mosse da fare per comparire nel feed dei potenziali clienti?

Quali sono i tre principali fattori che definiscono il feed secondo l’algoritmo di Instagram?

1_ Relazioni

Instagram vuole che le persone spendano più tempo sulla app, non perché non riusciamo a fare a meno di fare su e giù tra le foto, ma perché ci piace di esserci e di creare una rete di relazioni. Ecco quindi che l’algoritmo pone nei primi posti del feed i contenuti delle persone con le quali abbiamo più relazioni. Vediamo dunque più post delle persone con le quali interagiamo maggiormente, dalle quali veniamo taggati o ci scambiamo messaggi.

Cosa significa per un brand? Che la chiave di tutto è la community, e che dunque è fondamentale focalizzarsi sul community engagement.

2_ Attualità

Post più recenti hanno più probabilità di essere “spinti” in alto nel feed. Ciò significa che postare quando gli utenti sono online è di fondamentale importanza.

3_Interessi

Se gli utenti hanno mostrato interesse per una certa tipologia di post in passato, l’algoritmo presenterà loro post che rientrano in quel filone di interessi. Se si interagisce di più con un account business, verranno mostrati più spesso post da quel tipo di account, se ci piace guardare video ci mostrerà più post-video.

Cosa significa per un brand? Ancora una volta, che è necessario lavorare sulla community. Chi interagisce con foto e contenuti di una azienda è più probabile che vedrà più spesso di altri i post successivi, in quanto, rientrando nel suo filone di interessi in seguito ad una primaria interazione, l’algoritmo di Instagram gli permetterà di vederne tutti gli aggiornamenti.

L’algoritmo vuole dare alle persone quello che vogliono.

E fino a qui sembra tutto piuttosto semplice, no? Sembra… Ci sono infatti altri fattori che influiscono sul feed di ogni singolo user di Instagram come:

Frequenza di utilizzo, che significa che Instagram mostra i post più belli e popolari dall’ultima volta che si è fatto accesso alla app. Se gli utenti non fanno spesso accesso a Instagram vedranno solo il post che tra tutti quelli pubblicati sul tuo account ha guadagnato il più alto tasso di engagement.

Durata della sessione, che significa che più un utente utilizza la app più avrà possibilità di vedere un maggior numero di post, a differenza di chi vi fa accesso per soli 5 minuti e che quindi visualizzerà solo i the best.

Numero di persone seguite, in quanto un utente che segue molti account potrebbe non visualizzare tutti i contenuti dei profili di suo interesse, a differenza di chi invece ne segue poche centinaia.

Conclusioni

Il mondo di Instagram è affascinante su tutti i punti di vista. Possiamo scoprire nuovi posti magnifici, dove poter sognare di passare le vacanze o andare a mangiare. Ci permette di conoscere persone fantastiche, con le quali scoprire di avere tantissime cose in comune senza neanche essersi mai visti dal vivo. Attraverso Instagram scopriamo prodotti per la pelle, per i capelli, per la cellulite o per combattere la pancetta che, confessiamolo, vedendoli utilizzati da personaggi più o meno famosi, ci siamo convinti ad acquistare. È affascinante dal punto di vista della scoperta, e quando il nostro profilo rimane il fedele custode delle nostre avventure e dei nostri pensieri.

Ma al livello successivo, quello del fare business con Instagram, la situazione si fa un pochino più complicata. Avere dalla tua parte un professionista in grado di guidarti sulla creazione di contenuti grafici ed editoriali tali da combattere ad armi pari (per quanto sia possibile) con Instagram e le 3 regole dell’algoritmo è la strada da seguire se, dal social network delle immagini per eccellenza, vuoi trarre il massimo profitto.

La domanda allora è una sola: cosa vuoi ottenere dal tuo profilo Instagram? 

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Scrivici!

Rispondi